Che cos’è ottimizzazione SEO? La base dell’ottimizzazione sui motori di ricerca

Modifiche al contenuto e alla struttura del sito Web per migliorare il posizionamento nella pagina dei risultati di ricerca (SERP). I motori di ricerca raccomandano l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), che avvantaggia sia l’utente sia il posizionamento delle pagine. Questi includono l’uso di parole chiave pertinenti nelle intestazioni (H1) e nei sottotitoli, URL “descrittivi” con parole chiave anziché stringhe di numeri e markup del layout per rendere i risultati più ricchi e dettagliati.

Una volta raggiunta la fine di questa offerta, su Google saranno completate più di 100.000 query di ricerca. Poiché la maggior parte delle esperienze online inizia con la ricerca, questi risultati sono importanti. E la SEO ti dà i risultati che desideri.

Che cos’è la SEO?

SEO significa ottimizzazione dei motori di ricerca, che aiuta ad aumentare il posizionamento della tua pagina su Google e altri motori di ricerca per indirizzare più traffico al tuo sito.

Puoi progettare e sviluppare le tue pagine in base a ciò che i motori di ricerca cercano su un sito Web e questi cambiamenti cambiano con lo sviluppo delle tendenze tecnologiche. E se non lo hai già fatto, puoi impostare la tua presenza su Internet in modo che sia utile e informativo.

Ma la SEO non è sempre stato così. All’inizio di Internet, Google classificava i siti in base al numero di volte in cui ciascun sito utilizzava una parola chiave specifica. Ciò ha portato a una pratica nota come riempimento di parole chiave, il che significava che anche i siti di alta qualità potevano essere facilmente sepolti. Ora Google preferisce la qualità alla densità delle parole chiave.

Se hai un sito Web, questa è una buona notizia, perché puoi dedicare tempo e talento alla creazione di un sito Web che aumenterà le tue possibilità di un posizionamento elevato .

Per scoprire come, devi capire come funzionano i motori di ricerca. Userò Google come esempio perché fornisce il maggior numero di query al mondo. Bing non può sopportare).

Come funziona Google?

Quando inserisci una query di ricerca, l’algoritmo di Google determina quale degli innumerevoli siti Web sarà più adatto a te. Elenca quindi i siti pertinenti in ordine di importanza e mostra loro ciò che l’industria chiama la pagina dei risultati dei motori di ricerca.

Deviazione

Google è alla costante ricerca di pagine nuove o aggiornate su Internet. Utilizza programmi noti come crawler web (spider, bot) che seguono i collegamenti su Internet e segnalano ciò che trovano sui server di Google.

Indicizzazione

Quando i crawler Web di Google restituiscono informazioni su un sito Web, un insieme di server interni analizza il contenuto di ciascuna pagina per determinare l’oggetto e il messaggio principali. Questa informazione rientra nell’indice di Google, una risorsa che il motore di ricerca utilizza per determinare il ranking della pagina.

Se desideri che la tua pagina sia classificata per parole chiave specifiche, assicurati che i web crawler notino queste parole. Per questo è necessario:

Usa titoli di pagina brevi e pertinenti,

Includi intestazioni per diversi argomenti

Aggiungi testo alternativo o testo anziché immagini per aiutare Google a elaborare video e immagini.

Più chiaro è il contenuto della pagina, più accurato sarà il processo di indicizzazione.

Posto

Quando qualcuno cerca, Google determina quali pagine compaiono per prime, dati fattori come:

  • Le parole utilizzate nella ricerca,
  • Posizione dell’utente
  • Età di ogni pagina
  • Esperienza del creatore di pagine.

L’obiettivo costante del CEO è garantire che la tua pagina sia aggiornata e mirata ai suoi utenti target nella sua progettazione e contenuto.

Cosa ti aiuta a classificare più in alto oggi?

Dagli anni ’90, i motori di ricerca hanno utilizzato algoritmi per determinare quali siti dovrebbero apparire per primi nelle pagine dei risultati. Tuttavia, le priorità di questi algoritmi sono cambiate molto.

Da quando ha incorporato le parole chiave, Google ha lavorato sodo per capire cosa rende un sito Web pertinente e informativo. Applica questa conoscenza ogni pochi mesi quando rilascia un nuovo aggiornamento progettato per classificare meglio i siti.

Google considera ancora le parole chiave quando classifica i siti Web, ma oggigiorno la qualità delle informazioni è più importante.

Google valuta la qualità delle informazioni in base a:

  • Rilevanza per la ricerca,
  • Competenza, autorità e affidabilità della fonte,
  • Usabilità del sito,
  • Mobilità e adattabilità tra i browser,
  • Velocità di caricamento della pagina.

Alcuni di questi fattori si trovano sulla pagina, il che significa che fanno parte del modo in cui percepisci il sito web. Altri sono fuori dalla pagina, come altri siti che si collegano al tuo. Gli elementi fuori pagina migliorano la reputazione del tuo sito e aumentano il suo posizionamento.

Classificare i fattori di classifica in base alla loro presenza o meno nella pagina ti aiuterà a sviluppare un’efficace strategia SEO. L’amministratore delegato sulla pagina e l’amministratore delegato all’esterno della pagina ti aiutano a migliorare il tuo posizionamento, ma i modi in cui li metti in pratica sono molto diversi.

SEO on e off page

Il modo migliore per distinguere tra SEO on site e off site dalla pagina è i termini stessi.

L’amministratore della pagina fa riferimento agli elementi che sono visibili agli utenti sul sito. Includono opzioni sia tecniche che di contenuto, inclusi ma non limitati a:

  • Titoli
  • Descrizioni di immagini alternative e meta descrizioni
  • Struttura URL
  • Velocità di download
  • Infografica
  • Copia della pagina
  • Video
  • Recensioni di prodotti
  • Contenuto del blog

Più elementi SEO nella tua pagina vengono effettivamente affrontati, più alto sarà il tuo sito nei risultati di una ricerca regolare.

Il SEO off-page aiuta anche a migliorare il tuo posizionamento, ma è più difficile agire per migliorarlo direttamente. Questo perché i CEO fuori pagina includono siti che non sono tuoi. Ciò può includere:

  • Blog e articoli che rimandano ai tuoi contenuti
  • Siti per la condivisione di video, audio o immagini che ospitano contenuti di terze parti
  • Cataloghi e recensioni del sito

Se gestisci un’azienda, puoi inviare informazioni sulla tua azienda a siti come Yelp e Pagine Gialle per iniziare a migliorare il tuo CEO di terze parti. Per rafforzare ulteriormente la tua presenza, incoraggia i tuoi clienti a lasciare un feedback e a valutare la loro attività su queste pagine.

Un’altra gran parte del SEO di terze parti raccoglie backlink , noti anche come link in entrata. Un backlink è qualsiasi link esterno che restituisce gli utenti al tuo sito. Più backlink hai, più credibilità ti prenderanno in considerazione nel tuo settore.

Come previsto, questa idea ha causato alcuni problemi in passato. I proprietari dei siti erano soliti scambiare o acquistare backlink nella speranza di un posizionamento più elevato nei risultati di ricerca. Ma oggi, qualsiasi link progettato per manipolare il posizionamento di un sito può essere considerato una violazione delle regole di Google e può effettivamente influire negativamente sul posizionamento del tuo sito nei risultati di ricerca.

Al giorno d’oggi, la qualità dei tuoi backlink è molto più importante del loro numero. Ogni link sulla tua pagina dovrebbe essere pertinente ai tuoi contenuti e interessare il tuo pubblico. Puoi lavorare per aumentare il numero di backlink, ma devi farlo onestamente. Alcune strategie efficaci:

  • Pubblicare post ospitati su blog affidabili
  • Crea un’infografica condivisa
  • Sviluppare contenuti che menzionano influenze e tendenze nella tua zona
  • Hosting di contenuti multimediali su siti come Vimeo, YouTube, SoundCloud e Flickr

Il tuo obiettivo finale è quello di costruire una reputazione di esperti. Quindi, quando altri vedono il contenuto che hai creato sull’argomento, si collegheranno ad esso. Ciò consentirà di aumentare il numero totale di backlink di qualità.

Concentrati sul tuo pubblico

Ora che hai familiarità con la SEO, puoi lavorare per migliorare il posizionamento e la visibilità del tuo sito. Ed è facile iniziare! Più prezioso è il tuo contenuto per il tuo pubblico – e più ottimizzi, più aspetti tecnici del tuo sito – migliori saranno i tuoi risultati.

E adesso?

Quindi, se sei arrivato così lontano, devi conoscere molte informazioni su come i motori di ricerca classificano siti Web su come posizionare il tuo sito internet e la tua attività per generare più traffico da motori di ricerca come Google. Cosa fare dopo?

Stabilisci le priorità. Nessun sito può far fronte al lavoro su ogni aspetto dell’ottimizzazione dei motori di ricerca. Pensa a ciò che stai facendo bene, hai un budget e risorse e questo darà alla tua azienda il massimo ritorno sul tuo investimento – sarà almeno leggermente diverso per ogni azienda e sito.

Se sei bravo a creare e promuovere contenuti, determina quali parole chiave utilizzare e focalizza i tuoi sforzi su questo.

Se hai un sito ampio e complesso, concentrati sul SEO tecnico giusto (o assumi qualcuno che sà fare).

Se hai una piccola impresa che beneficia del posizionamento in termini geo-orientati molto specifici, ma non di molto, rafforza i tuoi sforzi SEO locali (e quindi potresti concentrarti su altri sforzi di marketing non appena inizi a vedere una diminuzione del rendimento dei tuoi sforzi lì).

Ricorda sempre che l’obiettivo finale di qualsiasi sforzo di ottimizzazione SEO è ottenere maggiori informazioni e traffico per la tua attività o il contenuto del tuo sito. Cerca i modi in cui il traffico dei motori di ricerca può aiutare la tua attività e il tuo sito Web: non limitarti a inseguire le ultime parole chiave SEO o saltare ogni volta che Google formula raccomandazioni che possono migliorare il tuo ranking di ricerca, danneggiando la tua attività nel suo complesso.