previsioni meteo

Climatologia e meteorologia, studio del meteo e ricerca

La meteorologia è una scienza che ha come obiettivo lo studio dei fenomeni fisici che avvengono nell’atmosfera. Anche la climatologia si interessa ai cambiamenti atmosferici che riguardano il futuro, ma il suo spettro di azione è più ampio, in quanto, normalmente, riguarda l’intera superficie terrestre, e le influenze che i fenomeni possono avere sulla vita umana, vegetale e animale.

La meteorologia

È sia uno studio sperimentale, che si affida cioè ad osservazioni e misurazioni sul territorio offerte da sonde, satelliti e stazioni meteorologiche, che uno studio teorico, che fa uso cioè di modelli di quantificazione che sono propri invece del linguaggio matematico. Il risultato finale consta nell’ottenere una previsione meteo a breve scadenza su un dato territorio, per emanare un bollettino, il quanto possibile accurato e completo, dei cambiamenti che avvengono nell’atmosfera (nubi, perturbazioni, vento, pressione e dunque temperatura).

Quest’analisi delle previsioni del tempo può essere estesa con precisione fino a 3 giorni. Elaborazioni più a lungo termine vengono considerate linee di tendenza, poiché a mano a mano che aumenta la distanza temporale, maggiore è anche la distanza dagli output matematici e dunque dall’accuratezza analitica.

La climatologia

I modelli si trovano anche alla base delle analisi di climatologia, una disciplina che si occupa di valutare le diverse interazioni tra atmosfera, oceani, calotte polari e continenti, per dare una visione a tutto tondo dei cambiamenti climatici.

Cambiamenti interni come la composizione atmosferica, la deriva dei continenti e le correnti oceaniche vengono esaminate e tenute sotto controllo dagli esperti, che già tramite l’analisi dei registri fossili sono riusciti a redigere una storia climatica del mondo, notando come sulla Terra si siano verificate importanti evoluzioni, e come queste fasi, più o meno rapide e più o meno cicliche, possano ripresentarsi. meteo-previsioni

Pur essendo costituita da differenti approcci, anche la climatologia fa dunque riferimento all’analisi diretta o indiretta dei fenomeni fisici, che vengono poi elaborati attraverso sistemi di calcolo, matematico e statistico.

Il ruolo del previsore

Il previsore ha quindi il compito di analizzare i dati forniti dai molteplici strumenti di osservazione, per dare vita ad un’analisi meteo quanto più possibile precisa, che includa anche un’evoluzione delle previsioni del tempo. Discorso simile accade per la climatologia, ovvero lo studio dei fenomeni che influenzano la Terra, in un periodo anche molto lungo (di 10, 20 o 30 anni).

Il Global Warming

Lo studio dei mutamenti climatici include necessariamente quello della temperatura, ovvero come un suo eventuale abbassamento o innalzamento potrebbe influenzare la vita sulla Terra.
La temperatura dipende in gran parte dall’attività solare, ma per effettuare una previsione meteo di lunghissimo periodo, è necessario coinvolgere diverse discipline scientifiche: dalla fisica all’oceanografia, dalla chimica all’astronomia, passando per geografia, geologia, biologia e, naturalmente, meteorologia.

Questo perché a causare i cambiamenti climatici, possono essere anche influenze trasversali o esterne, come l’impatto di meteoriti e variazioni nell’orbita terrestre. L’obiettivo sta nell’effettuare una previsione meteo che abbia lo scopo di conoscere le evoluzioni futuribili. I climatologi affermano infatti che alla base dei grandi disastri ambientali, ci siano i cambiamenti atmosferici causati, in larga parte, dall’Uomo.

Fonte: meteo.sky.it