studiare da privatista

Diploma da privatista in poco tempo: ecco come fare

Le studentesse e gli studenti che frequentano le scuole secondarie di secondo grado, per svariati motivi, non sempre riescono a conseguire il diploma entro i tempi previsti e seguendo il percorso predeterminato.
Tuttavia, l’ordinamento scolastico italiano permette “di recuperare gli studi” e di “conseguire il diploma da privatista“, studiando l’intero programma didattico in autonomia e sostenendo l’esame con una classe che ha proseguito i propri studi a scuola.
Ci sono dei requisiti da rispettare e delle procedure da seguire se si vuole intraprendere questo percorso…ecco come fare!

Tipologie di preparazione

Questo percorso può essere intrapreso seguendo due strade: affidarsi ad un Centro di Studi oppure studiare autonomamente senza rivolgersi ad alcun istituto formativo.
La seconda strada è quella più economica, ma anche quella maggiormente impegnativa, in quanto l’intera organizzazione e formazione graverà sull’individuo.
La prima, invece, è quella maggiormente utilizzata.
È importante distinguere i Centri Studio online da quelli che svolgono la preparazione “in presenza”, fisicamente.

  • Centri Studio online
    In Italia sono presenti numerosissimi Istituti di questo tipo, come ad esempio ISU. Questi garantiscono la possibilità di conseguire il diploma da privatista, e permettono anche, a coloro che hanno perso qualche anno di studio, di poter svolgere più anni scolastici in uno…si può richiedere di studiare insieme fino a 5 anni in uno!
    Ci sono ovviamente degli step da seguire per poter iscriversi e prepararsi tramite i Centri di Studio online. Nella maggior parte dei casi questi comprendono:
    − Svolgimento di un “colloquio” informale, in modo da far capire alla “scuola” le esigenze dello studente;
    − Procedere all’iscrizione;
    − Elaborazione del programma di studio personalizzato, con assegnazione di un coordinatore/docente che seguirà l’andamento della formazione del candidato;
    − Partecipazione alle lezioni online (se previste dal Centro di Studi selezionato);
    − Nella maggior parte dei casi non sono previste verifiche intermedie, quindi lo studente svolgerà alla fine dell’anno scolastico (o alla fine del periodo stabilito per recuperare l’anno perso) una prova d’idoneità per essere ammesso alla classe successiva;
  • Centri Studio “tradizionali”
    Anche questa tipologia di Istituti è molto presente sul territorio italiano, come l’Istituto Silvio Pellico, un importante Centro Studi a Roma. Al pari dei Centri Studio online, permettono di conseguire il diploma da privatista e di svolgere più anni scolastici in uno. La differenza sostanziale sta nel fatto che l’attività didattica viene svolta in presenza, al pari di un “classico” liceo o istituto e che le modalità di iscrizione e scelta del corso/indirizzo d’interesse avviene esattamente come in comune istituto pubblico.
    Nel caso in cui si voglia recuperare più anni scolastici in uno è necessario fare un colloquio con l’Istituto e stabilire quale percorso formativo intraprendere.

I requisiti per sostenere l’esame di Stato

Per sostenere l’esame di Stato da privatista è necessario “superare una prima fase di selezione”, ovvero una prova preliminare necessaria per testare le conoscenze del candidato ed essere ammesso alla prova di maturità.
Ci sono dei requisiti per poter svolgere la prova di “selezione”: il candidato deve aver terminato la “scuola secondaria di primo grado”, con il certificato che lo attesta; “idoneità all’ultima classe”, che dimostra di aver superato le classi precedenti.

Iscrizione, svolgimento e valutazione dell’esame di Stato

È necessario presentare la richiesta per sostenere l’esame di Stato come “candidato esterno”. In caso lo studente avesse deciso di prepararsi autonomamente sarà suo compito occuparsi della parte burocratica, altrimenti spetterà al Centro di Studi a cui si è rivolto.
Successivamente verrà svolta la “prova di selezione”: se avrà esito positivo il candidato potrà svolgere l’esame di Stato.
Lo svolgimento e la valutazione dell’esame è identica a quello che avviene comunemente nei licei/istituti, determinando pari valore al diploma così conseguito.

Costi

Questi variano in base al percorso formativo scelto.
Lo studio autonomo comporta una spesa minima ma uno sforzo elevato, soprattutto a livello organizzativo.
Al contrario la decisione di rivolgersi ai Centri di Studio comporta una minor responsabilità organizzativa, ma decisamente un maggior impegno economico. Ciò dipende dal percorso formativo scelto, da quanti anni scolastici si intende recuperare in uno e dall’Istituto al quale ci affidiamo. Comunque, tendenzialmente, conseguire un diploma da privatista comporta una spesa annua circa tra i €1500 ed i €2000.