evento covid

Norme e buone pratiche per organizzare un evento ai tempi del Covid

Le recenti notizie di cronaca lasciano sgomenti dinanzi alla superficialità che contraddistingue il genere umano, forse troppo abituato a vivere di agi e comodità per comportarsi con raziocinio e istinto di sopravvivenza. Ci ritroviamo in un momento di caos, confusione e paura e il post-ferragosto ha segnato la sconfitta definitiva del buon senso quale strumento necessario e fondamentale per contrastare il Covid con poche semplicissime regole.

Ne parliamo in tono polemico e un tantino paternalistico per collegarci ad un tema caldo, ovvero quello dell’organizzazione eventi, uno dei settori più colpiti da questa pandemia. Con questa riflessione vorremmo chiarire l’utilità delle norme quando vengono rispettate da tutti e i benefici di cui la comunità intera può godere quando questo accade. Siamo certi che qualsiasi agenzia di organizzazione eventi Catania e in ogni parte del Paese conosce e sa applicare le norme di cui stiamo per parlare.

Accessi e controlli

Le location per gli eventi devono prevedere accessi separati dalle uscite e personale preposto ad ogni genere di controlli invitando le persone al rispetto delle norme. Il personale deve essere impiegato anche per guidare le persone all’interno della location, attraverso percorsi di sola andata opportunamente segnalati e le zone in cui potrebbero crearsi assembramenti devono essere strettamente presidiate.

Lo stesso vale per i bagni, per le aree ristoro e per tutti quegli ambienti al chiuso che devono accogliere un numero di persone adeguato, non superiore al consentito. Tutti i locali devono essere sanificati a fondo con tecniche certificate e garantite.

Rilevazione temperatura e mascherine

È fondamentale controllare la temperatura a tutti i presenti con dispositivi adeguati e predisporre personale che controlli il corretto utilizzo delle mascherine, allontanando se necessario chi non si adegua alle norme. Le informazioni di partecipazione all’evento devono essere esposte e chiarite a tutti i partecipanti con ogni forma di comunicazione possibile prima dell’evento e durante lo svolgimento dello stesso.

Infine tutti i partecipanti, incluso il team di lavoro, devono essere dotati di gel sanificante per le mani. Converrà anche prevedere una scorta di mascherine chirurgiche monouso per quelli che potremmo definire “ospiti smemorati”.

Rendicontazione accurata

C’è un’ultima regola fondamentale che andrebbe rispettata rigorosamente ma che viene spesso presa sotto gamba, come dimostrano le recenti notizie di cronaca. Si tratta della registrazione di tutti gli ospiti attraverso la richiesta di nome, cognome e recapiti di contatto, utili qualora dovesse verificarsi l’eventualità di un focolaio.

È una pratica utilissima che permette di agire in tempi celeri nel blocco del contagio perché consente di reperire i presenti esposti al rischio, sottoporli al tampone ed eventualmente predisporre la quarantena. Quando ci viene richiesto di firmare l’autocertificazione, forse, lo facciamo con troppa leggerezza, senza riflettere sull’utilità di questo strumento.

Poche norme semplici per il benessere di tutti

Non sappiamo nulla di certo su cosa accadrà e su come si evolverà la situazione ma siamo convinti che con il giusto atteggiamento responsabile da parte di ognuno di noi, le cose potranno solamente migliorare. Le norme da rispettare sono poche e semplici e consentiranno al nostro Paese di ripartire con una marcia in più, con consapevolezza ed esperienza.