Parete del soggiorno

Parete del soggiorno: come decorarla e valorizzarla

L’importanza del soggiorno

Il soggiorno rientra tra le stanze più vissute della casa: è il posto perfetto per guardare un film in famiglia, è dove si accolgono gli ospiti o più in generale si può considerare un punto di ritrovo per tutti. L’arredo di questa stanza è importante per comunicare agli invitati la personalità di chi si è dedicato interamente all’aspetto decorativo. Se si vuole dare una buona impressione è importante non dare l’idea di un ambiente freddo e impersonale. Questo non significa che il soggiorno deve traboccare di elementi d’arredo ma che bisogna decorarlo con oggetti che sappiano comunicare qualcosa a chi è accolto in casa. La scelta dello stile è importante, ci si può orientare su elementi decorativi retrò come orologi a pendolo oppure su mobili da soggiorno moderni. Quando ci si addentra nel mondo dell’arredamento le opzioni sembrano essere infinite, ma da dove si inizia?

La parete

Tra gli elementi più importanti della stanza ci sono sicuramente le pareti. Queste, nel soggiorno come nel resto della casa, sono come dei fogli bianchi su cui poter disegnare, sono una “tabula rasa” su cui poter sperimentare con la propria fantasia. Lasciarle totalmente spoglie significa sferrare un duro colpo all’arredamento di una stanza, indipendentemente che sia stato adottato uno stile retrò o uno minimal. La scelta della carta da parati della parete è importante ma non secondaria a quella degli elementi da appenderci o appoggiarci. Può essere arricchita per esempio dalla presenza di quadri, specchi e poster. La scelta di questi non è casuale e richiede coerenza se si desidera seguire un filo logico e conferire fascino all’ambiente.

Quadri e poster

L’inserimento nell’ambiente di quadri e poster non è prerogativa esclusiva di chi è un esperto di arte e design ma può essere guidato anche dal puro gusto estetico o dal legame instaurato con essi. Il soggiorno di un critico d’arte avrà indubbiamente una selezione maniacale di opere di tutte le tipologie ma tutti indistintamente sono in grado di apprezzare le arti visive: appendere un quadro o affiggere un poster che abbiano un significato emotivo o che semplicemente si ritengano comunicativi è sufficiente a rendere la stanza “viva”.

Specchi

Gli specchi sono degli importantissimi alleati per spazi non particolarmente ampi o poco luminosi. Questi infatti, appesi o semplicemente appoggiati alla parete, si presentano con le forme geometriche più bizzarre ma sono tutti accomunati dalla capacità di dare valori aggiunti come luce e profondità. Possono giocare con la luce creando effetti interessanti come cambiamenti di prospettiva e soprattutto sono molto versatili. Oltre che per il soggiorno possono essere usati per qualsiasi ambiente della casa e si accostano bene a qualsiasi tipo di scelta stilistica.

Carta da parati

Per personalizzare ancora di più l’ambiente è fondamentale non trascurare il ruolo della carta da parati. Si vuole “rinfrescare” un soggiorno vecchio pur mantenendo gli stessi elementi d’arredo? Sostituendo dei piccoli pezzi, ad esempio il motivo o il colore delle pareti, si ottiene una stanza nuova e che può sembrare totalmente diversa dalla precedente pur riportandone gli stessi oggetti. Un motivo per carta da parati prediletto da molte persone è quello floreale e vegetale ma ce ne sono molti altri su cui potersi indirizzare: motivi geometrici abbinati a colori sgargianti, stampe damascate, finte finiture e chi più ne ha più ne metta! I colori pastello dalla tonalità tenue tendono inoltre a dare un aspetto tradizionale alla stanza mentre i colori freddi, di solito abbinati a un mobilio in legno misto a oggetti in metallo, creano un ambiente dal taglio decisamente moderno. Le pareti infine non devono essere necessariamente tutte uguali, possono alternarsi tra due con motivi e due monocolor oppure essere tutte monocolor ma in colorazioni differenti. Tutto è dettato dal gusto personale di chi arreda ma seguire degli accorgimenti può essere sempre utile, specialmente per chi non ha il supporto di un interior designer.