meglio-decoder-satellitare-o-digitale-terrestre

Meglio decoder satellitare o digitale terrestre?

È facile fare confusione quando si parla di decoder satellitare e digitale terrestre. Questi due dispositivi, al contrario di quanto si possa pensare, sono molto differenti tra loro: in questo articolo proveremo a fare un po’ di chiarezza illustrando le caratteristiche  di entrambi i dispositivi. Una vera e propria guida che vi sarà utile per capire quale dispositivo sia più adatto alle vostre esigenze, perché acquistarlo e come utilizzarlo al meglio.

Il decoder satellitare: cos’è, come funziona e perché installarlo

Per decoder satellitare si intende quel dispositivo in grado di decodificare il segnale veicolato tramite la cosiddetta tecnologia digitale satellitare. Con questa tecnologia potrete quindi usufruire e vedere sulla vostra TV dei canali in chiaro e/o canali cifrati.

Ricordiamo che per installare questa tipologia di decoder è necessaria un’antenna parabolica tramite cui sarà possibile trasmettere il segnale satellitare al decoder stesso. Contattando un tecnico specializzato potrete scegliere la parabola più adatta al vostro impianto e usufruire quindi del segnale satellitare. Installata la parabola, potrete collegare alla vostra TV il decoder satellitare e godere dei diversi servizi offerti da esso.

In commercio esistono diverse tipologie di decoder satellitari. In particolare, possiamo dividerli in:

  • decoder satellitari, denominati Free-To-Air, che ricevono esclusivamente i canali in chiaro a definizione standard;
  • decoder satellitari che ricevono canali cifrati (Pay TV) a definizione standard;
  • decoder satellitari che ricevono canali della Pay TV a 720p di definizione (HD);
  • decoder satellitari che ricevono canali della Pay TV a 1080p di definizione (Full HD).

Alcuni decoder satellitari, soprattutto quelli di ultima generazione, sono dotati di connessione WI-FI tramite cui sarà possibile collegare il decoder (e la TV associata) ad Internet ed usufruire di ulteriori servizi come video streaming o, se disponibile, il servizio on-demand per vedere film e serie TV esclusivi.

Prima di acquistare un qualsiasi decoder satellitare è bene accertarsi della presenza del bollino DVB-S2 (Digital Video Broadcasting Satellite 2) che certifica la compatibilità con i nuovi sistemi di decodifica del segnale satellitare, anche in vista dell’imminente passaggio al nuovo digitale terrestre che avverrà entro il 30 Giugno 2022. Per vedere la TV sarà quindi necessario possederne una di nuova generazione o un decoder compatibile con il nuovo standard di trasmissione per godere di un’esperienza di visione superiore con canali HD e 4K Ultra HD.

Più nello specifico, rispetto alla precedente modalità di trasmissione, il nuovo standard DVB-S2 prevede, oltre che una maggiore capacità trasmissiva, una totale flessibilità e un ricevitore tecnologicamente più complesso ed avanzato.

Cos’è e come funziona il digitale terrestre

Dal 2012, passando dalla trasmissione via analogica a quella digitale, è diventato obbligatorio l’utilizzo di una TV con digitale terrestre incorporato. In alternativa, per continuare ad accedere ai diversi contenuti televisivi disponibili sul suolo italiano, si può collegare al proprio televisore, un decoder digitale terrestre.

Dal punto di vista tecnologico, il digitale terrestre, non fa altro che decodificare e trasformare il segnale digitale ricevuto dall’antenna in analogico, trasmettendolo alla TV. Di conseguenza, avremo più canali disponibili su una singola frequenza e la qualità di visione sarà certamente superiore rispetto ai precedenti sistemi di trasmissione.

A tal proposito, è bene ricordare che tra il settembre 2021 e la primavera 2022 è previsto lo switch-off definitivo dall’attuale standard di trasmissione a quello di nuova generazione. Per poter continuare a vedere la TV, anche in questo caso, sarà necessario munirsi di una TV compatibile con i nuovi standard o acquistare un digitale terrestre adeguato a ricevere il nuovo segnale.

Prima di acquistare un decoder digitale terrestre, come per quello  satellitare, bisogna fare attenzione alla presenza dell’apposito bollino DVB-T2 (Digital Video Broadcasting – Second Generation Terrestrial) che certifica la compatibilità con l’attuale standard. In commercio ne esistono di diversi modelli che si differenziano soprattutto per prezzo e per la presenza di determinate funzionalità e servizi. Per accedere ai contenuti del digitale terrestre non è necessario installare la parabola: il collegamento è piuttosto intuitivo e la trasmissione dei contenuti avviene tramite la classica antenna TV.

L’installazione del digitale terrestre è semplice e veloce; collegando il dispositivo al vostro televisore, all’alimentazione e all’antenna, potrete godere, già da subito, dei diversi canali disponibili e vedere le vostre trasmissioni preferite senza problemi.
Il collegamento alla TV è possibile grazie alla porte HDMI o, nel caso di televisori più datati, tramite presa scart. Molti decoder per il digitale terrestre sono dotati di connessione ad internet che vi permetterà di accedere ai diversi servizi di streaming a pagamento, come Netflix o Prime Video. Sono dispositivi molto avanzati in grado di garantire un’esperienza multimediale non indifferente.

Dove acquistare i migliori decoder satellitari e digitali

In conclusione… meglio un decoder satellitare o un digitale terrestre? Una risposta giusta a questa domanda non c’è: prima di effettuare un ipotetico acquisto vi consigliamo di valutare bene i vostri bisogni e le vostre esigenze. Installare un decoder digitale terrestre, rispetto a un decoder satellitare, è sicuramente più semplice e veloce, oltre che più economico e meno invasivo. Il digitale terrestre funziona con il solo ausilio dell’antenna tradizionale, potete installarlo in completa autonomia senza dover chiamare un tecnico specializzato. L’offerta canali però è molto più limitata rispetto ai dispositivi di ricezione satellitari e la qualità di trasmissione, a volte, potrebbe essere inferiore e più problematica.

Il decoder satellitare è in grado di ricevere molti più canali, nazionali e internazionali, e se avete la possibilità di sottoscrivere un abbonamento alla Pay TV potrebbe essere la scelta ideale. Con il digitale terrestre potrete accedere esclusivamente ai canali in chiaro, mentre, con il decoder satellitare, indipendentemente dal modello che andrete ad acquistare, potrete accedere sia ai canali in chiaro che a quelli a pagamento. Per accedere ai canali a pagamento dovrete però acquistare e sottoscrivere un abbonamento che vi permetta di sbloccare la visione di tali canali e servizi.

Una volta deciso quale dei due decoder acquistare, vi consigliamo di rivolgervi a negozi specializzati nella vendita di dispositivi elettronici. Se siete orientati all’acquisto online, il nostro consiglio è quello di acquistare su e-commerce seri e affidabili e di assicurarsi che diano la possibilità di godere del diritto di recesso. Su Overly, ad esempio, potrete acquistare decoder satellitari e digitali in tutta sicurezza.