Calciomercato: Chelsea all’inseguimento di un sogno

Calciomercato: Chelsea sottotono?

Che il mercato invernale del Chelsea quest’anno sia sottotono dimostra l’assenza di grandi colpi in entrata. Certo, mancano ancora più di due settimane al termine dell’attuale sessione, ma fino ad ora dalle parti di Stamford Bridge regna una calma piatta. Una situazione curiosa, dal momento che i Blues hanno un primato particolare in tema di calciomercato: Chelsea e Inter infatti sono due squadre che nelle sessioni invernali spendono più denaro per rinforzare la squadra, almeno stando alle statistiche degli ultimi anni. Se a gennaio i nerazzurri hanno potuto usufruire dell’arrivo di campioni del calibro di Pandev, Guarin, Kovacic, Shaqiri, Podolski e molti altri, la squadra londinese ha speso quasi il doppio dei milanesi per l’acquisto dei vari Torres, David Luiz, Cahill e Matic.

Solo nelle ultime cinque stagioni sono stati oltre 180 milioni gli euro spesi a gennaio. Una cifra mostruosa, ben il doppio dell’Inter, seconda posizionata nella speciale graduatoria e addirittura tre volte lo United. generalmente, infatti, la tendenza dei club più importanti è quella di non rivoluzionare troppo la propria struttura tecnica.

segui tutto il calciomercato estero su sky

Mercato in uscita particolarmente attivo

Più attivi in uscita che in entrata, i blues sono alle prese con una serie di trattative. In particolare, dopo la chiusura dell’operazione Torres, lasciato libero da Mourinho senza troppi rimpianti, si starebbe cercando di trovare una sistemazione a Salah, egiziano ex Basilea non ancora esploso in Inghilterra, e al tedesco Shurrle. Un movimento di attaccanti che lascia qualche dubbio agli osservatori.
Andiamo con ordine. Partendo dallo spagnolo ex Liverpool, qualche settimana fa il sito ufficiale del Chelsea ha comunicato l’approdo in rossonero, a titolo definitivo e non più in prestito, del giocatore. L’operazione è stata effettuata per rendere formalmente possibile il suo prestito di 18 mesi all’Atletico Madrid nell’ambito dell’affare Cerci, il quale è a sua volta passato ali rossoneri con le stesse modalità.
Su Salah e Schurrle invece nulla di ufficiale ancora: se l’egiziano era stato dato per vicino all’Inter prima della conclusione positiva del passaggio in nerazzurro dello svizzero Shaqiri, il calciatore tedesco sarebbe nel mirino del Wolfsburg, pronto a mettere sul piatto ben 30 milioni per ottenere il via libera di Mourinho. Schurle al Chelsea è chiuso da giocatori del calibro di Willian, Oscar e Diego Costa e starebbe premendo per cambiare aria.

Calciomercato Chelsea: un sogno possibile?

Tutto questo movimento nel reparto offensivo fa discutere molti commentatori sportivi. I più maliziosi sono propensi a leggere in questa situazione qualcosa di grosso. a Barcellona non si parla che di messi e di un possibile assalto del patron russo dei Blues, Roman Abramovich. Sul piatto più di 200 milioni, ossia quasi l’intera clausola rescissoria. Le cifre che ballano sono tanto alte da essere utilizzate con una superficialità estrema.
Quel che è certo è che Mourinho è da sempre un estimatore della pulga argentina. Dopotutto, chi non lo è? C’è qualcuno che può dire di non volere Lionel Messi nella sua squadra?
Per assicurarsi le prestazioni del numero 10 argentino, facendolo sbarcare allo Stamford Bridge, il Chelsea sarebbe disposto a garantire un contratto della lunghezza di sei stagioni, un “dettaglio” che farebbe lievitare i costi dell’operazione. Quel che è certo è che Messi sarebbe il colpo più spettacolare non solo di questa sessione, ma dell’intera storia del calciomercato. Chelsea, Manchester City e PSG, proprio per questa ragione, monitorano con attenzione la situazione, consapevoli che un’eventuale ingaggio del giocatore comporterebbe benefici non solo a livello tecnico ma anche a livello mediatico.

Visita la pagina dedicata la calciomercato estero su sport.sky.it/sport/calciomercato/calcio_estero.html

Leave a Reply